I dolcetti pasta di mandorle sono un vero e proprio must della pasticceria siciliana, soprattutto quando la materia prima è biologica e di provenienza siciliana al 100%. Infatti, parafrasando una notissima pubblicità, “il segreto dei pasticcini di mandorla siciliani è la mandorla”: siciliana, naturalmente! Più pregiata, più gustosa, più saporita (e per questo anche più costosa) delle cugine americane, turche, iraniane, etc. L'eccellenza di questa particolare mandorla unita alla maestria dei pasticcieri siciliani rende uniche queste delizie.

I nostri dolci di pasta di mandorle sono prodotti seguendo l'antica proporzione "50 e 50" (50% mandorle siciliane, 50% zucchero) utilizzando ingredienti rigorosamente naturali (no semilavorati, puree o affini). Affinché possano essere gustati come appena sfornati, vengono confezionati uno ad uno e conservano intatta la loro fragranza per oltre dieci giorni. Tra i dolcetti di pasta di mandorle c’è la squisita e coloratissima frutta martorana, a base di pasta di mandorle pure e di altissima qualità, proveniente dalle migliori realtà produttive della regione. Frutti di pasta reale prodotta seguendo i dettami dell'antica tradizione, questi dolci di pasta di mandorle sono realizzati con mandorle rigorosamente siciliane e zucchero che creano una deliziosa unione difficilmente replicabile fuori territorio. Sono spediti seguendo cadenze di produzione prevalentemente bisettimanale: ciò può incidere sulla tempestività dell'evasione dell'ordine ma garantisce una spedizione entro le dodici ore dalla sfornatura.

Per abbattere il prezzo di vendita dei dolcetti di pasta di mandorle esistono due sistemi: diminuire la proporzione mandorla/zucchero o utilizzare mandorle "estere". Noi abbiamo scelto di puntare sulla QUALITA': probabilmente le nostre paste di mandorla non saranno le meno care sul mercato ma contengono al 50% esclusivamente mandorla siciliana e vengono prodotte artigianalmente con materie prime di qualità. Tutti i dolci di pasta di mandorle sono spediti appena sfornati: per gustarli al meglio è preferibile consumarli entro 10 giorni, diversamente è consigliabile conservarli in frigorifero, riportandoli a temperatura ambiente due ore prima di consumarli.